Lifestyle

Rare collezione estate 2022: #IconOfRare, libertà di espressione attraverso la moda

L’estate 2022 si richiama con l’hastag #iconOfRaRe, che comunica un look  giovane e libero di esprimersi

Un brand che guarda al bello ma è anche attento all’ambiente che ci circonda. Andrea Lucrezia Perreca, Luigi Anzolin, Daiva Vaice e Luca Cobelli hanno anticipato l’estate 2022 di RaRe alla Fashion Week di Milano. Nessun paletto alla creatività: ognuno è un’icona di stile e ha una propria interpretazione della moda. Unica condizione: il rispetto per l’ambiente e per le idee degli altri.

Rispetto, ecosostenibilità, libertà di espressione.

Questo il messaggio di Rare che fa indossare agli influencer la sua collezione streetstyle per la stagione calda. Hanno così sfilato per le strade della città giovani energici con proposte cool e fresche. Di certo non sono passati inosservati. Gli abbinamenti sono di facile lettura, fondono la semplicità degli elementi di ispirazione, passano per coloriture essenziali, fino ad arrivare a lavorazioni sofisticate, ma senza ostentare.

Mentre sulle passerelle si ammiravano le proposte che indosseremo il prossimo autunno inverno 2022/23, per strada impazzivano i colori, i materiali leggeri e la voglia di estate. Milano si è tinta di stampe grafiche, colorazioni accese o nude, ma si è respirata anche una certa nostalgia dei Nineties con un forte ritorno del denim a vita alta e della giacca di jeans.

La filosofia di Rare? Utilizzare tecniche riprese dall’artigianato di lusso per dare vita a capi di altissima qualità, nelle lavorazioni e nella scelta dei tessuti, per dare forma ad un prodotto senza compromessi. Raggiungere un difficile equilibrio capace di coinvolgere anche emozionalmente il cliente finale.

Parola d’ordine: #iconofrare

Con l’hastag #iconOfRaRe, Andrea Lucrezia Perreca, Luigi Anzolin, Daiva Vaice e Luca Cobelli hanno raccontato una moda che accompagna la vita di tutti i giorni, confortevole, urbana, ma soprattutto giovane.

Rare affonda le sue radici nella Serenissima e ha visto la luce negli anni ’90 per volere della famiglia Bertoncello. Oggi il brand è noto a livello internazionale, ma l’anima è prettamente italiana, con quello stile e raffinatezza che solo una città come Venezia può comunicare. Il direttore creativo Germano Ghergo vuole mantenere questa influenza proveniente dalla cultura veneziana e le qualità dell’artigianalità italiana.

La qualità dei capi e la ricercatezza nei dettagli sono quelli tipici del Made in Italy, apprezzati in tutto il mondo. A Milano, quest’anno, #iconOfRare voleva dire questo: ricordarsi delle proprie radici ed esprimere il proprio stile come si desidera.

Tuttavia, Rare, pur mantenendo un occhio al passato, si apre a un futuro di libertà di parola, inclusività, sostenibilità. Insomma, in generale, abbraccia il rispetto per il prossimo e per l’ambiente, una filosofia oggi più importante che mai. La collezione, infatti, comprende capi ricavati da materiali riciclati.

Gli abbinamenti materici non hanno forzature, anzi, sono orchestrati in una nuova “sinfonia tattile”. Questo è il risultato dell’unione tra artigianato di lusso e la ricerca di un’esperienza emozionale attraverso l’indossare capi di altissima qualità.

#IconOfRare, voglia di estate

Rispetto per le persone, rispetto per l’ambiente. Non solo estetica, ma anche ecosostenibilità.

RaRe propone una filosofia che piace ai giovani di tutto il mondo. E’ il momento di cambiare per un futuro migliore e si può partire anche dalla moda. La nuova collezione si ispira alla natura, a partire dal logo che rappresenta una margherita, fiore delicato e forte, che richiama anche la sfera dell’infanzia e dei ricordi.

La margherita è un fiore che sboccia sempre, in qualsiasi condizione. E’il fiore del “mi ama o non mi ama”, dei ricordi, della condivisione. I suoi colori delicati ricordano la purezza, ma anche l’estate. Bianco e giallo, delicatezza e vitalità, alcune delle caratteristiche che Rare ha fatto proprie con la sua collezione estate 2022.

Rare invita, come le margherite, ad avere sempre il coraggio di sbocciare e di dimostrare la propria personalità. Rare è quindi natura, scelta ecosostenibile, ma anche comunicazione di amore per se stessi e voglia di mettersi in mostra dopo un periodo di limitazioni come quello che abbiamo appena vissuto.

I look di Rare

Andrea Lucrezia Perreca ha scelto l’eleganza del bianco primaverile, per un look al contempo sensuale e sofisticato, per il tempo libero o per il lavoro. Luigi Anzolin ha sfoggiato degli abbinamenti più glamour e giovanili che hanno di certo suscitato un certo interesse. Sì quindi al ritorno del pantalone con t-shirt e giacca fino al completo in total denim come andava di moda una ventina di anni fa.

L’estate 2022 è versatile e adatta a più occasioni. Ognuno interpreta la moda come desidera e la usa per esprimere la sua identità. Libertà è la chiave. La moda non ha età o genere, ognuno la usa a suo piacimento. L’importante è non dimenticare mai le proprie origini e tenere gli occhi puntati sul futuro.

Rare è sinonimo oggi di personalità, conoscenza dei materiali, sensibilità nelle scelte ed entusiasmo. Milano ha visto dei capi che abbracciano la contemporaneità, con il riciclo come modus vivendi, e una collezione fresca e rassicurante, ricca di positive vibes.

Non ci resta che attendere la bella stagione per sfoggiare queste proposte tanto innovative.

Potrebbe piacerti...